La classe preferita

Si, inutile negarlo, vi sono classi con cui si interagisce meglio, questione di feeling, di combinazione.

In alcuni aspetti ricorda un rapporto d’amicizia/amore. Per funzionare l’inizio deve essere pieno di curiosità e aspettative, se parte l’alchimia, da entrambe le parti si creano entusiasmo ed aperture che sono i presupposti per contaminarsi. Disgraziatamente, con gli anni, iniziano a formarsi crepe e incomprensioni, finisce la fase migliore, più o meno verso il quarto anno compaiono i primi malumori ed infine, al quinto anno, matura inevitabilmente il momento di lasciarsi…

Non c’è bisogno di essere in gita

per scoprire la classe preferita

In quelle mattine, sveglie da spavento

le sole lor facce mi fanno contento


E se in sala insegnanti poi sento parlare

di quanto peggioran queste scolare

Rispetto ai vecchi, bravi studenti

questi appaiono  dei deficienti

A stento reprimo l’insulto pesante

da destinare al corpo docente


Ed in cuor mio sommessamente

un oscuro pensiero mi apre la mente

Non è che con gli anni e l’abitudine

il nostro cervello diventa un incudine ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *